#jvtbClip Monaco-Juve 0-2: Monte-Carlo Grand Claudiò

 

 

Prima della gara, sotto la pressione. Durante, chi sotto la paura e chi no. La pressione cambia sé, cambia gli altri, cambia tutto: spremere e crollare oppure svegliare ed equilibrare. Molta fede, eguale moderazione. Giustezza e poliedricità fanno la beatitudine, tra sogno e fervore.

 

 

Naturale, dunque semplice. Eliminare quel che è superfluo per far parlare il necessario. “Facile”, dicono quelli; quelli sono i facili, la semplicità è tutto il contrario. Insistiamo nel rendere curvo il lineare, siamo attratti dalla complessità sfociante in confusione…Questa non è verità, non viene da dentro, non è reale. Provate a copiare il numero 8…Impossibile? La semplicità non si copia.

 

 

“Tenere in mano un pennello, realizzare un capolavoro. Un’impresa ardua. Addirittura l’ostinazione di dipingere coi piedi -e che piedi- prendendosi gioco dell’avversario, davvero un affronto. Lo facesse con un frack addosso, sarebbe ancora più elegante e signorile di quanto lo sia già. Principe si nasce e Claudio modestamente ci nacque”. (Valeria Arena)