Intervista inedita ed esclusiva a G.G. Simoni (ed. 2017)

Incontriamo G.G. Simoni nella sua Crevalcore, in una splendida mattina autunnale prima del solito Juve-Inter. Simoni ci accoglie nella sua Villa Recoba, al civico 97-98 di Viale Moratti.

L’ex-tecnico ha davanti 5 telefonini che squillano a ripetizione e 3 tablet con decine di mail e chat aperte per interventi in tempo reale. E’ circondato dai tre suoi splendidi cani da caccia, “Li ho chiamati Iuliano, Ronnie e Penalty, i primi litigano sempre, il terzo quando lo chiamo non arriva mai!”.

 

Allora Simoni, come vede questo campionato?

Beh, si, il campionato è stato splendido fino a qualche settimana fa, bei ritmi, calcio spettacolare, alternanza in vetta. Poi abbiamo assistito alle solite gare noiose all’italiana, i soliti arbitraggi discutibili e anche il VAR comincia a scricchiolare, si è visto al S. Paolo in Napoli-Juve. Era fuori forma, mai stato decisivo.  In ogni caso Napoli e Inter esprimono il calcio migliore, tecnico ed effervescente. Spalletti mi chiede consigli via whatsapp, Sarri… gli ho insegnato tutto io ai tempi della Carrarese, Ha dimostrato di essere il migliore anche in Europa, vittima di sfortuna, biscotti e decisioni arbitrali inique, un po’ come nel 97-98…

 

Aspetti Simoni, quindi, Napoli, Inter e poi…?

Poi una grandissima Roma che sta tornando, Di Francesco ha il mio poster in cameretta, poi c’è l’ottima Lazio di Simone Inzaghi che giocava al Brescello in quel famoso anno 97-98 in cui….

(squilla un cellulare, due, è Il CorSport, PassioneInter.com, Il Corrierino dei Piccoli..lo vogliono tutti)

 

OK, Napoli, Inter, Roma, Lazio, non ne manca qualcuna?

Certo, la Fiorentina di Giampaolo, ricorda il mio Pisa, mentre Giampolo alla Samp sta facendo un ottimo lavoro copiando il 4312 del mio Cosenza, poi confido nel ritorno del Milan di Gattuso, così come il Torino di Sinisa e ovviamente l‘Atalanta di Gasp e il Bologna di Donadoni, tutti miei allievi…

(squillano altri cellulari: 442.com, il Gazzettino della Brianza, Cronaca Vera, Gente Motori…)

 

Va bene Simoni, non vuole parlare della Juve, ma piuttosto, come vede la sua Inter?

Beh, l’Inter è come sempre la migliore, la più forte, solida, cinica, compatta. Spalletti è già sopra Mou, la miglior Inter di sempre, dietro ovviamente solo la mia Inter del 97-98, ha presente? 97-98!! Quando in QUELLA gara…(squillano altri cellulari), con la Juve…(arriva un assistente con altri cellulari che squillano)…. Borja Valero e Gagliardini mi ricordano i miei Ze Elias e Winter. Oh insomma mi scusi, ma lei con ste domande sta tergiversando, vada al sodo e mi faccia LA DOMANDA!

 

Quale domanda, Simoni?

Dai su quella, non stiamo a pettinare le bambole! Il ’97-98!!! Dai su che ho 10 chiamate in attesa e la fila qui fuori di giornalisti che vogliono SOLO farmi quella domanda!!

 

Ah, ok! La solita! Bene, Simoni, com’è cambiata la sua vita dopo il ’97-98 e quell’episodio?

Ahhhh, finalmente!

Beh, inizialmente ci rimasi di merda. Moratti prima urlò al complotto, poi comprò Baggio, Pirlo e Zanetti, poi quando eravamo in corsa su tutti i fronti, finì per chiamare Lucescu, poi Castellini, poi Hodgson, insomma, tutta colpa di Moggi e della sua cupola…

 

Si ma poi? Cos’è successo alla sua carriera?

Beh, dopo il 97-98 ogni anno una squadra nuova, Piacenza, Torino, Sofia, Ancona, Napoli, Siena, Lucchese. Si cominciava bene, poi puntualmente 10 giorni prima di ogni Juve-Inter cominciavano le chiamate, telefonate, richieste di intervista, incontri, seminari, dibattiti. Insomma una vita infernale. Più rifiutavo, più mi cercavano. All’inizio ero incazzato. Che volevano questi da me? Si, c’era stata quella gara, non ci avevano forse dato un rigore, ma la Juve ne aveva sbagliato uno 5 minuti dopo e aveva vinto lo scudetto di 5 punti rallentando nel finale..

(squillano altri cellulari e arriva una seconda assistente con una rastrelliera di telefoni cordless)

 

Quindi, la infastidiva la cosa? La scocciava essere chiamato solo per Iuliano-Ronaldo?

Sì, certo! Non solo mi ritornava in mente l’incazzatura, ma poi hanno preso a trattarmi sempre di più come un, mi scusi il termine, povero rincoglionito! Tutti pensano a me come un vecchio ossessionato solo e soltanto da un episodio. Qualcuno lo sa mica che Simoni ha allenato in 21 squadre? Qualcuno ricorda mai il record di Simoni di 7, no dico, SETTE promozioni in Serie A?!

 

Scusi Simoni, ma lei non poteva rifiutarsi e non parlarne più?

Seee, fosse facile! All’inizio ci ho pensato, ma loro insistevano! Poi per un po’ hanno un po’ smesso di chiamarmi, dopo il 2005-06, tutto andava bene, l’Inter vinceva, la Juve in B. Ogni tanto mi cercavano per chiedermi qualcosa di calcio giocato. Poi però la domanda Iuliano me la facevano sempre, ma era come la Giornata della Memoria, ricordare un passato tragico anche in un presente luminoso.

E poi?

Poi niente, hanno ripreso! Soprattutto da quando la Juve ha preso a vincere a manetta praticamente è diventato un inferno! Quindi ho pensato bene di farci un business. Continuavano a chiamarmi SOLO per quello, e così ho messo in piedi una società, la G.G. Simoni Interview Srl, che dal 2012 poi è diventata una SpA. Da quando la Juve ha ripreso a vincer siamo cresciuti a dismisura: ho assunto 28 persone, 12 operatori al call center, 4 addetti stampa, altri 2 al marketing. Poi abbiamo un reparto PR, Merchandising (ci mostra magliette, libri, tazze e cappellini celebrativi del “fallo” Iuliano-Ronaldo), poi ci sono i body-guard e la segreteria personale. Ho anche un sosia sa? Lo mando nelle trasmissioni locali, quelle meno prestigiose.

Ma è assurdo tutto ciò! Cioè ormai questa cosa delle interviste è diventata un’impresa?

Già. Siamo in forte crescita, il grafico degli incassi si impenna di anno in anno. Siamo la seconda Media Company italiana. Abbiamo 12 interviste a settimana, che in prossimità di Juve-Inter diventano 8-10 al giorno, in più ci sono le grandi esclusive/inedite per i media nazionali, una ogni ora. Abbiamo un planning preciso e ci interfacciamo anche con la Lega Calcio per programmare insieme il calendario. Poi da qualche anno ci siamo diversificati: siamo forti e ben presenti anche prima di Juve-Roma e Juve-Napoli e l’obiettivo è crescere anche nel mercato europeo, dopo il successo di Berlino, con Marca e AS, questo mese abbiamo replicato con Bild e Suddeutsche Zeitung.

Quest’anno poi il VAR ci ha dato almeno il 30% in più del fatturato, abbiamo aperto una nuova divisione “VAR Simoni” che si occupa nello specifico del filone “Cosa sarebbe successo col VAR in quella partita?”, l’asta per i diritti TV è andata bene, li ha comprati la RAI. Abbiamo anche risolto qualche problemino di copyright sia con Mark Iuliano che con Ronaldo, giriamo ad entrambi delle royaltees fisse. Anzi, il mio socio Mark ormai si occupa del settore R&S (Ricerca e Sviluppo), mentre Ronaldo ha aperto la filiale sudamericana. Il 2017 chiuderà con un fatturato che insomma…non faccio per vantarmi…ma potremmo scalare il Milan…A proposito il mio sogno sa qual è?

No, mi scusi… sono sempre più sbigottito, qual è il suo sogno?

La Cina! Quello è il futuro. Sogno una G.G. Simoni Holding che investa in Cina. E’ il futuro! Lei non immagina quanti milioni, decine, centinaia di milioni di cinesi bramino di avere un mantra come Iuliano-Ronaldo! Miliardi di asiatici a cui serve un idolo, un eroe, un martire come Simoni che racconti dell’epico scontro Iuliano-Ronaldo, lei non ha letteralmente idea! Con Suning ci siamo già incontrati diverse volte, abbiamo già pronta una linea di elettrodomestici griffati Iuliano-Ronaldo, pensiamo in grande,…

Ah…ma…ecco, per chiudere…

Su su, mi faccia la IULIANO!

 

Prego?

Si, la IULIANO, è come la Magnum, mi faccia finalmente la IULIANO che tra 5 minuti ho New York via satellite, che Juve-Inter si avvicina, su su!

 

Ecco si, ma alla fine, in quella gara..quel contatto Iuliano-Ronaldo

(qui Simoni sbatte ripetutamente gli occhi emettendo strani sibili e gorgoglii)

 

Quel contatto insomma, era rigore o no?

……

Simoni? Simoni ci risponde? Cos’ha? Si sente male?

…..

 

Arriva una ragazza in gonna e tailleur: “Salve sono la personal assistant del signor Simoni. Non si preoccupi, succede sempre, è entrato in trance mistica da Iuliano-Ronaldo, lo fa sempre, è normale, ora è nel suo personalissimo Nirvana”

 

Ah, ma la nostra Iuliano? Cioè… la nostra domanda?

Le rispondo io, ecco la brochure con tutte le risposte disponibili da catalogo e il listino prezzi accanto

(..??..)

Ecco vede, le spiego, ogni risposta alla “Iuliano” ha un costo fisso, poi ci sono i pacchetti completi, a seconda delle esigenze del cliente!

Vede, eccole alcune risposte base: “Rigore? SI!” “Rigore? Scandaloso!” “Rigore? Vergognoso!” “Rigore? Si, e capì allora che c’era del marcio!”.  In questi giorni “c’era del marcio” è a meno 30%, approfitti! Mentre la risposta “Ah, se ci fosse stato il VAR!” purtroppo è andata tutta esaurita al primo giro.

 

Ce ne andiamo comprando un “Vergognoso” a prezzo modico, mentre Simoni inginocchiato levita a qualche centimetro dal suolo in pieno rapimento estatico, con i cani Iuliano e Ronnie che abbaiano festanti, mentre Penalty, come al solito, se la ride scodinzolando.

Quindi possiamo scriverlo anche noi, perché abbiamo pagato, con tanto di fattura regolare:

Simoni allora? Quel contatto Iuliano-Ronaldo?

Sì, è stato VERGOGNOSO!*

 

 

* Copyright: Simoni Interview SpA