Contro le fake news: le moviole Juve dalla prima giornata

moviole juve

Siamo abituati, è sempre la stessa musica da una vita, provano a costruire castelli di carta anche quando non ci sarebbe nulla da dire (per non andare troppo indietro nel tempo: il fallo di Reina su Cuadrado in Juve-Napoli di Coppa Italia, il mani di De Sciglio in Juve-Milan appena venerdì scorso), ma arrivati ad un certo punto non si può più restare in silenzio, non si possono accettare certe fantasie continuando a stare in silenzio, non si può continuare a fare finta di nulla nell’anno in cui tutti coloro che evidentemente non amano la Juve hanno definitivamente perso il lume della ragione rifugiandosi nel partito del “nel dubbio favoriscono sempre la Juve” (e non si è voluti andare al di là dell’indecenza con le parole). Partito del quale fanno parte indistintamente tifosi semplici (non è necessario citare l’amico del bar dello sport, ognuno metta il suo), tifosi famosi come i Massimo Boldi, calciatori come Nainggolan e Donnarumma, allenatori come Pioli e Sarri, dirigenti come Giuntoli, giornalisti come Varriale e Pistocchi, annessi e connessi.

Rompiamo il silenzio, però, non per metterci noi a fare contro-moviole che lascerebbero un peso insignificante, non perché poco credibili, ma perché magari chiunque potrebbe rispondere con un banalissimo “eh, ovvio che voi la vediate così, tifate Juve”: no, non è così che funzionerebbe perché l’onestà intellettuale non si compra al supermercato, chi ce l’ha, ce l’ha, chi non ce l’ha, resta nel proprio mondo incantato. Siccome, però, conosciamo bene i nostri polli, ci mettiamo qui seduti accanto ad un qualunque esponente del partito di cui prima, e leggiamo assieme una lunghissima lista di episodi realizzata leggendo le moviole redatte dai più blasonati organi d’informazione sportiva italiani, e cioè Sky Sport, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere dello Sport, Rai Sport, Sportmediaset, relativamente ai match della Vecchia Signora.

Buona lettura e buon divertimento.

1.a giornata
Juve-Fiorentina 2-1, arbitro Massa
Sportmediaset“Era rigore netto al 1′ della ripresa (risultato 0-0, nds), quando Gonzalo Rodriguez è entrato a gamba alta su Dybala, stendendolo in area. Massa si è anche “dimenticato” di un rosso a Tomovic (risultato 2-1, nds), duro in scivolata su Alex Sandro nel recupero”.

3.a giornata
Juve-Sassuolo 3-1, arbitro Di Bello
Sportmediaset: “Al 56′ (risultato 3-1, nds) ci sarebbe un rigore per la Juve per un intervento di Gazzola su Pjanic, ma l’arbitro non vede il contatto”.
Il Corriere dello Sport“Gazzola da dietro su Pjanic, non tocca mai il pallone: ci stava il rigore”.

7.a giornata
Empoli-Juve 0-3, arbitro Mazzoleni
Il Corriere dello Sport: “Josè Mauri (già ammonito) che ferma in ripartenza Cuadrado se la cava (risultato 0-0, nds).

9.a giornata
Milan-Juve 1-0, arbitro Rizzoli
Sportmediaset“Annullato un gol alla Juventus al 36′ del primo tempo (risultato 0-0, nds). Ma il gol, dunque, era regolare: Benatia non partecipa all’azione, Bonucci sì ma era in posizione assolutamente regolare”.
La Gazzetta dello Sport“L’arbitro Rizzoli assegna inizialmente il gol ai bianconeri, poi lo annulla. Il motivo della decisione riguarda la posizione di Bonucci: il difensore juventino, però, parte in posizione regolare”.
Il Corriere dello Sport: “Non serve neanche discutere se Bonucci disturbi o meno Donnarumma, il centrale juventino è in gioco: il gol era valido”.
Sky Sport: “sulla punizione di Pjanic Bonucci è buono, Benatia no: l’unico che davvero disturba il portiere è Bonucci, partito però in posizione buona”.

12.a giornata
Chievo-Juve 1-2, arbitro Valeri
La Gazzetta dello Sport: “roba da Var il rigore dato al Chievo perché solo al replay si capisce che il fallo di Lichtsteiner su Pellissier (partito in posizione regolare) avviene di poco fuori area (risultato 0-0, nds). In area del Chievo: rischia Spolli per l’entrata energica su Mandzukic, mentre nella ripresa Higuain preferisce continuare l’azione piuttosto che andare giù dopo la trattenuta irregolare di Dainelli”.
Il Corriere dello Sport“Intervento di Spolli su Mandzukic, diretto e deliberato sull’uomo: da rigore. Dainelli (già ammonito) trattiene Higuain, che non cade: sarebbe stato rigore e sicuramente espulsione. Non c’è il rigore dato al Chievo (episodio da Var): il tocco ginocchio sinistro-piede destro di Lichtsteiner su Pellissier è fuori area”.

14.a giornata
Genoa-Juve 3-1, arbitro Mazzoleni
Sportmediaset: “colpo di Ocampos su Mandzukic che protegge il pallone: l’intervento era da rigore (risultato 3-0, nds).
La Gazzetta dello Sport“Mandzukic protegge un pallone in area, arriva Ocampos che lo travolge in modo ingenuo. Rigore evidente non dato alla Juve”.
Il Corriere dello Sport“Alla Juventus manca un rigore: Mandzukic controlla il pallone e lo difende dall’arrivo di Ocampos, che lo colpisce con un’ancata, senza toccare il pallone”.

16.a giornata
Torino-Juve 1-3, arbitro Rocchi
Sky Sport: “chiede un rigore Lichtsteiner (risultato 1-1, nds) e non ha tutti i torti: il suo tunnel vincente su Castan manda a vuoto l’avversario che gli finisce inevitabilmente addosso. Scontro a due passi dall’addizionale Banti che non segnala nulla a Rocchi: la scelta non convince”.

17.a giornata
Juve-Roma 1-0, arbitro Orsato
Sportmediaset“Manca un rigore per la Juventus, che nella ripresa (risultato 1-0, nds) si lamenta, a ragione, per un mancato fischio dopo un contatto tra Fazio e Mandzukic. Quello di Fazio è un intervento negligente: l’argentino colpisce, correndo, il croato, prima sulla gamba e poi sul piede. Era rigore”.

Ottavi di finale, Coppa Italia
Juve-Atalanta 3-2, arbitro Giacomelli
Il Corriere dello Sport“Sponda di Mandzukic per Dybala che dentro l’area viene fermato in tackle da Toloi, sembra rigore (risultato 0-0, nds) ma Giacomelli non è di questo avviso”.

20.a giornata
Fiorentina-Juve 2-1, arbitro Banti
Sportmediaset“Al minuto 37 Viola in vantaggio con Kalinic. L’assist è di Bernardeschi: la Juve protesta per un intervento a gamba tesa su Alex Sandro dello stesso Bernardeschi. Le immagini danno ragione ai bianconeri, Banti sbaglia a non fermare l’azione. Alla Juve manca un rigore quando al minuto 79 (risultato 2-1, n.d.s.) il passaggio a centro area di Pjaca viene intercettato con un braccio da Gonzalo Rodriguez: distanza e posizione del braccio dicono che l’intervento del difensore viola era da punire”.
La Gazzetta dello Sport“Nella ripresa c’è un mani in area molto sospetto di Gonzalo sul tiro cross di Pjaca: braccio tenuto largo per quella che assomiglia a una parata. Fischiare rigore non sarebbe stato un errore”.
Il Corriere dello Sport“33’ – Cross di Pjaca, Gonzalo Rodriguez davanti a lui tocca col braccio sinistro largo: ci stava il rigore. 34’ – Chiesa interviene su Alex Sandro da dietro, era già ammonito, poteva starci il secondo giallo”.

21.a giornata
Juve-Lazio 2-0, arbitro Massa
La Gazzetta dello Sport: “Felipe Anderson tampona Pjaca: non un rigore solare (risultato 2-0, nds), ma se concesso…”.

23.a giornata
Juve-Inter 1-0, arbitro Rizzoli
Il Corriere dello Sport“21’ – Fallo prolungato di Candreva su Dybala (risultato 0-0): rischia, era già ammonito”.
Sky Sport: ad inizio secondo tempo, sul punteggio di 1-0, Medel stoppa di mano una palla spiovente in anticipo su Cuadrado: “ci poteva stare rigore”.

18.a giornata (recupero)
Crotone-Juve 0-2, arbitro Valeri
La Gazzetta dello Sport: “fallo di Mesbah su Dybala: l’arbitro lascia correre ma dalle immagini il rigore ci poteva stare (risultato 0-0, nds).

Semifinale andata, Coppa Italia
Juve-Napoli 3-1, arbitro Valeri
Sportmediaset“Strinic allarga un braccio in area per sbilanciare Dybala, lanciato verso la porta di Reina (risultato 0-0, nds). Il contatto c’è, non è particolarmente violento ma basta probabilmente a dare fastidio all’argentino. Decisione al limite, Valeri non fischia. Ma il terzino croato rischia grosso”.
Il Corriere dello Sport“Bonucci lancia Dybala partito regolare, dentro l’area, in velocità, Strinic in ritardo lo spinge con il braccio sinistro. Di per sé, la spinta non sarebbe neanche clamorosa, ma certo arrivata in velocità, mentre l’argentino si sta coordinando per il tiro, tanto basta per sbilanciarlo. Una decisione che è davvero al limite”.

27.a giornata
Udinese-Juve 1-1, arbitro Damato
Sportmediaset: “Al 20′ (risultato 0-0, nds) manca un rigore alla Juve per un colpo al volto di Samir su Dani Alves. Damato fischia invece un fallo a favore dell’Udinese. Sempre nell’area dei friulani un doppio episodio dubbio: prima una trattenuta su Dybala, poi sul proseguimento dell’azione un fallo di mano di Samir su cross di Dani Alves”.
Il Corriere dello Sport“Scontro aereo in area dell’Udinese fra Samir e Dani Alves, il primo allarga il braccio sinistro e colpisce il secondo in faccia. Manca un rigore alla Juve, abbraccio di Felipe su Dybala. Rischia il doppio giallo Hallfredsson, quando entra in ritardo su Dybala”.
La Gazzetta dello Sport“Si poteva dare il penalty alla Juve quando al 20’ Samir rifila una sbracciata/gomitata a Dani Alves. Infine rischia moltissimo Hallfredsson: già ammonito, interviene in modo scomposto su Dani Alves. Ci stava il secondo giallo”.

28.a giornata
Juve-Milan 2-1, arbitro Massa
Sportmediaset: “intervento di Zapata su Dybala nell’area rossonera. Massa lascia proseguire, ma il difensore del Milan colpisce l’argentino (episodio sullo 0-0, nds). Era rigore. Sul pareggio di Bacca il colombiano è in fuorigioco”.
La Gazzetta dello Sport: “il fischietto ligure si è perso un rigore netto in favore dei bianconeri (Zapata su Dybala). Di pochissimo irregolare (una scarpa) il gol di Bacca”.
Il Corriere dello Sport: “8’ – Manca un rigore alla Juventus: Zapata, con il destro, aggancia il destro di Dybala in area. 32’ – Massa grazia Pasalic dal secondo giallo: l’entrata su Dani Alves è molto dura. 43’ – Bacca ha un piede in off side sull’azione del gol”.

Riassumiamo tutto con uno specchietto che faccia risaltare subito qual è lo score che viene fuori da tale raccolta:

16 rigori non concessi
7 espulsioni mancanti agli avversari
1 gol regolare non concesso
1 rigore inesistente concesso agli avversari
2 gol irregolari convalidati agli avversari

A questo punto della storia, cari amici non-juventini, siete ancora sicuri che sia il caso di continuare con le vostre lamentele? Siete proprio convinti che la moviola in campo sia la soluzione dei vostri mali? Il buon senso e la decenza lascerebbero intendere che sarebbe meglio fare un passettino indietro: fateci sapere che intenzioni avete, noi siamo sempre qui, oggi molto più vigili rispetto al 1998, molto più attivi rispetto al 2006, non si lascia cadere a terra neanche una mollichina.