Cagliari-Juve 0-1 Calvarese VAR o non VAR?

Arbitro: Gianpaolo Calvarese
Sez. AIA di Teramo

1° Tempo

21′ – Annullato un gol a Benatia. Giusto, perché al momento della punizione di Pjanic era in posizione irregolare.
23′ – Barella duro su Khedira che da terra riesce a giocare il pallone e a mettere Bernardeschi che potrebbe andare al tiro da posizione ottimale ma… Calvarese aveva già fischiato il fallo. Forse un po’ di fretta da parte del direttore di gara che poteva aspettare di vedere dove sarebbe andato il pallone.
41′ – Intervento imprudente di Matuidi su Barella. Giallo giusto. Il francese, che si scusa con l’avversario e accetta l’ammonizione, sembrava ancora scosso e nervoso per insulti razzisti provenienti dalla curva del Cagliari.
46′ – Doppio errore di Calvarese. Farias fa fallo caricando in modo irregolare Dybala, Calvarese lascia però correre. L’azione prosegue e Benatia ferma il giocatore del Cagliari contrastandolo in modo regolare. Il direttore di gara fischia fallo in questo caso sbagliando per la seconda volta.

2° Tempo

51′ – Intervento imprudente di Bernardeschi che colpisce Ionita con un pestone. Giallo giusto e inevitabile.
75′ – Contrasto aereo Benatia-Pavoletti: i due si affrontano in modo maschio e c’è un braccio largo del marocchino che finisce per colpire l’avversario. Ci poteva stare il fallo ma Calvarese, ben posizionato, lascia correre coerentemente con il metro che ha utilizzato nella partita per i contrasti aerei,ma soprattutto concede il vantaggio perché il pallone rimane in possesso dei rossoblu in una buona posizione offensiva. Il centravanti del Cagliari rimane a terra. Nessuno butta fuori il pallone e Calvarese non interviene non ravvisando pericolo per l’incolumità di Pavoletti né che necessitasse di cure immediate. Sul prosieguo dell’azione (passano molti secondi) la Juventus va in vantaggio. Il n° 30 del Cagliari a quel punto rialza e corre a protestare dall’arbitro prendendosi una sacrosanta ammonizione per averlo fatto in modo eccessivo. Il VAR controlla ma non ravvisa irregolarità e conferma il gol bianconero anche perché non può intervenire in quanto il Cagliari prende possesso del pallone e l’azione da cui nasce il gol parte da un recupero successivo.
79′ – Proteste rossoblu per un tocco di mano di Bernardeschi su un cross di Pari in proveniente dalla fascia destra. Il tocco con il braccio largo c’è e, seppur il movimento appaia abbastanza congruo, il braccio era comunque largo. Unico dubbio che poteva esserci era se il tocco fosse arrivato dentro o fuori area (in quel caso il  VAR non sarebbe potuto intervenire). Le immagini però appaiono chiare: il tocco avviene in area. Banti evidentemente ritiene congruo il movimento di Bernardeschi e non richiama l’arbitro alla Review. A mio avviso ci poteva però stare il calcio di rigore in favore del Cagliari.