Home Analisi Asamoah, provino da esterno basso: le statistiche in Juve – Bologna
Asamoah, provino da esterno basso: le statistiche in Juve – Bologna

Asamoah, provino da esterno basso: le statistiche in Juve – Bologna

32

Kolasinac, Masina, De Sciglio e tanti altri nomi più o meno plausibili: i media sportivi si sono sbizzarriti per quanto riguarda la successione di Patrice Evra, prima che Beppe Marotta nell’intervista pre Juventus-Bologna mettesse parzialmente a tacere le voci di mercato confermando la fiducia ai giocatori già presenti in rosa, nella fattispecie il giovane Mattiello e il redivivo Asamoah, provato da Allegri come esterno basso della difesa a 4 proprio nel 3-0 contro i felsinei. Un provino vero e proprio per il ghanese, abituato a giostrare da laterale a tutto campo nel 3-5-2 piuttosto che da terzino vero; al netto delle contenute insidie di una gara indirizzata sin dai primi minuti, ecco gli aspetti più interessanti della partita del numero 22 bianconero.

heatmap-asa-lich-bol

Oltre alla condizione fisica. minata dai tanti problemi incontrati dal giocatore nelle ultime stagioni, i dubbi principali riguardano la sua collocazione tattica: nato mezzala utile in entrambe le fasi nell’Udinese così come in nazionale, Asamoah è stato trasformato da Antonio Conte in un tornante a tutto campo perfetto per la linea mediana del suo 3-5-2 poi ripreso da Allegri, ma le uniche gare da terzino puro del ghanese risalgono alla stagione 2014/15, nella fase a gironi di Champions League contro l’Olympiacos e nell’ininfluente sfida di fine campionato contro il Napoli. Con intelligenza e applicazione, contro il Bologna Asa si è calato in un ruolo non ancora suo ma che potrebbe presto diventarlo; la posizione decisamente alta evidenziata dalla heatmap (senza mai arrivare sul fondo, al contrario del dirimpettaio Lichtsteiner) è dovuta principalmente alla poca intraprendenza dell’esterno felsineo Krejci, timido al contrario dell’altra ala Di Francesco, e in generale al baricentro della squadra spostato decisamente in avanti rispetto alla media stagionale.

juvbol-passing

Pur stazionando prevalentemente a ridosso della linea dei centrocampisti più che dei difensori (per i motivi sopra citati), in fase di costruzione Asamoah ha disputato una gara abbastanza scolastica, fatta eccezione per qualche squillo nel finale di gara come l’uscita palla al piede avanzando con la suola, comunque fermatasi nella propria trequarti. Forse preoccupato di non lasciare troppo campo dietro di se, sapendo di non esser coperto da un centrale come nella mediana a 5, Kwadwo non ha mai cercato il fondo e, come evidenziato dalla passing map di 11tegen11, ha mosso spesso la palla all’indietro su Chiellini (20 passaggi sui 43 totali!) e solo saltuariamente ha cercato i vicini Sturaro e Pjanic. Le statistiche confermano la tendenza conservativa più che costruttiva del ghanese domenica sera: pur essendo stato uno dei bianconeri con più palloni giocati, dietro solo a Marchisio e ai due centrali difensivi, Asa ha effettuato il 65,5% degli appoggi all’indietro o verso sinistra e appena 11 passaggi in avanti, tra cui un key pass per la conclusione da fuori di Marchisio deviata in angolo da Mirante.

Per quanto riguarda i numeri difensivi, ottima la percentuale di duelli vinti, 5 sui 6 ingaggiati, così come i 2 tackle difensivi riusciti su 2; Asa è stato il secondo miglior bianconero (dietro a Dybala) anche per dribbling riusciti, 3 su 4, utilizzati non per creare superiorità numerica in fase offensiva quanto piuttosto come arma al momento dell’uscita dal pressing, peraltro non convintissimo, portato dagli attaccanti del Bologna.

Riassumendo in breve, la partita di Asamoah non può che dirsi positiva per quanto riguarda diversi aspetti: affidabilità difensiva, senso della posizione (non scontato per chi è abituato a giocare a tutto campo) e solidità. Per contro, l’ex Udinese è sembrato piuttosto timido nello spingersi in avanti e nel rischiare la giocata meno comoda, probabilmente condizionato dalla lunga assenza dal rettangolo di gioco e, come specificato sopra, dalla poca confidenza con un ruolo più difensivo di quello abituale. Ci riserviamo il diritto di vederlo all’opera in gare più probanti ed equilibrate, quando gli verrà richiesto anche di spingere per aiutare la squadra, per valutarlo in maniera chiara.

 

Alex Campanelli Senigallia, laureato in Mediazione Linguistica, scrivo per Juventibus e Fantagazzetta. Calcio, calcio a 5, altre passioni un po' nerd. Adoro quasi tutti i mancini, da Robben e Messi a Meggiorini e Hallfredsson.
  • brazzo77

    Spero non vogliamo di nuovo giocare alla roulette considerando Asa il vice Sandro dopo una partita (scolastica) giocata per intero, con Masiello al Pescara. O la si gioca tra i 2 o si prende il vice Sandro. Fosse per me Masina. Ma va bene anche il bosniaco in saldo se è valido.

    • Alex Campanelli

      D’accordo con te, non basta di certo per avere una visione completa, per Kolasinac ti rimando all’ottima scheda di Francesco Andrianopoli, linkata a inizio articolo 🙂

      • brazzo77

        A me piace Masina, molto tecnico e spinge pure. Se Kolasinac arriva per 2 mln e si adatta anche centrale va bene. Tappa il buco di vice Sandro. Quello serve oggi. Almeno che ripeto non si punti su Mattiello vice avendo anche Asamoah 3a alternativa. Su Mattiello sarebbe anche ora.. un saluto

  • Expo

    Asamoha non ha mai avuto i movimenti dell’esterno classico da spinta sul fondo e cross. E’ sempre stato piú un giocatore da affondo in dribbling e doppia finta dx-sx con inserimento in area, oltre a un piú che buono tiro da fuori.
    Difensivamente, non possiede l’uso del fisico richiesto ad un difensore, né é esperto nella diagonale (ma se per questo neanche Licht).
    Insomma, sarebbe un buon rimpiazzo occasionale di Alex Sandro in partite facili. Effettivamente, sarebbe opportuno un sostituto del ruolo, vista l’importanza delle partite del resto della stagione.

  • nickriviera

    Se si pensa al fatto che sandro è comunque, al di là dell’infortunio di doha, un atleta molto solido e in grado di giocare tante partite all’anno, io credo che asa e mattiello bastino per coprire il ruolo, fino a giugno di certo. Asa non è più proponibile come titolare nè a centrocampo nè da terzino, ma per dare il cambio al brasiliano basta e avanza. Rappresenta comunque un upgrade rispetto ad evra che non ce la fa più, asa può giocare poco altrimenti si fa male, ma almeno con lui terzino giochiamo in undici.

    • Alex Campanelli

      Sono d’accordo, cioè se possiamo comprare Kolasinac a cifre vantaggiose ben venga, altrimenti va benissimo spremere anche quello che è rimasto di Asa e provare a valorizzare finalmente Mattiello, che è destro di piede dunque tornerebbe utile anche come eventuale cambio sulla corsia opposta

      • marco ladu

        Leggo in queste ore che Mattiello e’ indirizzato a Pescara

      • ugioriago

        …ma Mattiello non lo “provano” in prima squadra, Alex…

        • vito cavarretta

          Mattiello risiede ormai stabilmente alle Molinette

    • ugioriago

      L’ultimo Nonno Pat è stato…Non voglio qualificare perché il professionista non lo merita.

  • Giacomo Concas

    Analisi lucida e condivisibile. Tenuto conto che però Asamoha è un giocatore atleticamente finito ( purtroppo il prossimo infortunio temo sia dietro l’angolo, cosa vi aspettate? ) , un sostituto di Sandro è necessario. Però mi chiedo: non potevano accorgersi prima che Evra è finito? O che Pogba se ne sarebbe andato? Perché arrancare sempre nelle zone nevralgiche come fascia e centrocampo? La tanta celebrata campagna acquisti super roboante è paragonabile a quello che vince la lotteria, si compra la Ferrari e poi non ha i soldi per il riscaldamento di casa. Meglio allora un robusto Suv di tutto rispetto ( che so un Batshuayi qualunque da fare crescere con pazienza ) e pagarsi alla grande un bell’attico riscaldato senza problemi ( un Dahud ad.es, con un esterno come Masina) che fare i galletti con il super macchinone e mangiare street-food a giorni alterni. Questa è la mia opinione naturalmente.

    • gus

      Tutta la vita la Ferrari. Rischiavamo di comprare allo stesso prezzo 5 utilitarie, di cui 4 da tenere in garage, per poi doverle prestare a qualche amico che non ci paga neppure il gasolio…

  • Cuorejuve

    Secondo me Asa ha paura di sbagliare, quindi preferisce “conservare” (passaggio indietro) piuttosto che provare l’affondo, mi spiace ma io non conterei troppo su di lui, sia per problemi fisici che di ruolo, non possiamo promuoverlo come vice AS per aver fatto una partita sufficiente contro il Bologna! Punterei su Mattiello, (lo so…anche qui i problemi fisici non mancano) è giovane, può ancora migliorare e magari la sfiga lo abbandona!
    Poi se il bosniaco costa poco, prendiamolo, male che vada a giugno Marotta farà la sua plusvalenza….

    • Alex Campanelli

      Ha sicuramente paura, è un problema figlio dei pochi minuti disputati (neanche troppo bene fino a domenica, vedi partita con l’Inter), delle scorie dovute ai tanti infortuni e di un ruolo non suo. Come ha scritto Nick sotto, Alex Sandro giocherà probabilmente quasi tutte le partite, dunque per sostituirlo meglio qualcuno che si “accontenti” dello status di riserva piuttosto che un giocatore che voglia, e magari meriti anche la possibilità di giocare con continuità

      • Cuorejuve

        Me lo auguro di cuore che AS le giochi quasi tutte,ma sarebbe così inopportuno provare anche Mattiello qualche volta….o i nostri giovani devono andare tutti a farsi le ossa in altre squadre…? Per esempio ho visto Sassuolo-Torino , ho notato che Lirola potrebbe tranquillamente giocare al posto di Lich….(per esempio).
        Altro punto dolente, Mandragora….perché se ora sta bene, mandarlo a Pescara o chissà dove, potrebbe far rifiatare Marchisio sicuramente quanto…se non meglio (ci vuole poco) di Hernanes, sarò incompetente, ma questa politica sui giovani (promettenti) non la capisco proprio, mi spiace…

        • Bobby gol

          Il problema di questi ragazzi (mandragora,mattiello)riguarda la perfetta guarigione fisica e poi la necessità di poter giocare con continuità per riprendere forma e confidenza .Non credo che in questa seconda parte della stagione possano avere questa possibilità.Forse sarebbe meglio farli giocare per sei mesi altrove e poi tirare le somme.Per Lirola il discorso è un po’ diverso:sta facendo esperienza e giocando a fine stagione si potrà valutare se riportarlo a casa o meno.In ogni caso ,anch’io vorrei vedere più giovani(magari del vivaio) in prima squadra ma bisogna saperli dosare con intelligenza

      • ugioriago

        E’ un accontentarsi che non fa del bene alla carriera ( già piuttosto compromessa) di Kwadwo, che tuttavia da soldato esemplare, tace e fa.

  • Bobby gol

    Per me la discriminante su asamoah rimane la condizione fisica.Se non ha problemi può tranquillamente fare il vice Alexsandro facendolo rifiatare in campionato e farlo concentrare sulla coppa(auspicabilmente)!

  • Giovanni

    appunto: una partita SCOLASTICA contro una squadra mediocre e un avversario che non ha certo disputato la sua miglior gara. Per partite di questo livello può anche andare (tra l’altro il ragazzo è amabilissimo e buonissimo e spiace veramente che non si possa dire tutto il meglio di lui anche come calciatore) ma SOLO in caso di assoluta emergenza, visto che, comunque, anche in partite come questa potrebbe non succedere sempre che si sblocchi al primo tiro e la penetrazione sulle fasce (cosa che lui non può dare perchè, da quel che si vede, non ha più lo spunto), o quantomeno una spinta che non si fermi al tentativo di scatto con ripiegamento e retropassaggio, potrebbe essere determinante.
    E attenzione che AS non potrà fare 20 partite di campionato + x (si spera tante) di CL senza bisogno di rifiatare (toccandoci per il resto, ma con questo staff…) o senza neppure una somma di cartellini.
    Semmai si dovrebbe anche analizzare la partita dell’altro terzino, sicuramente più intraprendente, ma che, a parte quel contropiede (ottimo) ha sbagliato tantissimo e pure sofferto quello che è (peraltro) stato il meno peggio dei bolognesi, riuscendo pure a beccare la solita ammonizione da pirla.

  • Juvehigh

    Diamogli un` altra chance, lo puo` fare come in passato. Inutile spendere. spendiamo a centrocampo.

  • marco ladu

    Ormai , per diversi motivi , e’ un esterno puro , punto.

  • ugioriago

    Un terzino sinistro così ad una Juve ambiziosa non serve. Asa è un grande professionista, però i grafici e l’occhio rivelano ciò che si sapeva già: un laterale basso ( gamba, posizione, ma anche spunto e cross, e prepotenza) non si inventa in quattro e quattr’otto. La diligenza, la sagacia, la moderazione e l’equilibrio di Kwadwo contro il Bologna sono stati esemplari, ma…
    Aggiungo: professionista esemplare e persona ammirevole: ma perfino lui non ha saputo reprimere un moto di dispiacere per non essere con la sua Nazionale alla Coppa d’Africa.

    • Luca Colombo

      Mi è sempre stato simpatico, lui più silenzioso e molto meno mediatico del twittatore francese, e confesso che in certi frangenti della sua carriera juventina l’ho considerato uno dei giocatori più sottovalutati d’Europa. Non è eccelso in nessuno fondamentale, ma in nessuno è sotto la media: tatticamente è abbastanza duttile, quindi un perfetto, come si diceva una volta, dodicesimo uomo. Oggi sicuramente è un lusso per una squadra che punta ai vertici europei, ma ha sette anni in meno di Evra e se recupera completamente dall’infortunio è senz’altro presto per considerarlo finito.

      • ugioriago

        L’ho apprezzato -e continuo a farlo- come giocatore, come professionista, come persona. Qui però si parla di resistenza per 95 minuti sulla fascia, e a me (Amicus Kwadwo, sed magis amica Veritas) rispettosamente sembra che non ci siamo.

    • nickriviera

      Sai che io invece sono dell’avviso che fare il laterale sinistro basso in questa juve (da riserva) per asa non sia un gran problema, anzi lo vedo più in difficoltà a giocare/subentrare da centrocampista? Il guaio può essere la sua integrità fisica, ma per me lì può fare meglio che altrove.

      • ugioriago

        La prestazione di Kwadwo di ieri sera a me qlcs ha detto, Nick, e non erano parole lusinghiere.

        • nickriviera

          Di mio non l’ho visto così male: mi pare abbia fatto due partite oneste, ieri non era una serata facile visto il modo di giocare dell’avversario. Sarà che io sono fissato con i laterali che spingono e odio quelli bloccati che sanno solo difendere, ma se sta fisicamente bene il fiato a sandro lo può far tirare. Zio pat ha giocato 6 partite 6 nel girone di champions, non mi spaventa avere riserva asa;)

          • ugioriago

            Sui fluidificanti sfondi un portone spalancato. Nonno Pat- l’ultimo Nonno Pat, soprattutto- autorizza ogni genere di riflessione…Francamente io ho visto un Kwadwo calante quando contava: tutti , magari giustamente, sacramentano contro Licht che non ha chiuso a dovere la diagonale…Pochi rilevano che la porta al crossatore era stata aperta dalla parte opposta del campo. Cmq, speriamo che io mi sbagli, o che sia troppo pessimista.

    • marco ladu

      Ricordiamocelo sempre quando parliamo di Asa … riserva di Sandro , non gli si chiede di piu’

      • ugioriago

        Ho perfino il dubbio che il ruolo che delinei gli stia largo.

  • valem

    Juventus squadra più vecchia d’Europa tra le top grazie a Marotta.
    Juventus con lo stadio meno redditizio , moderno e capiente d’Europa tra i top club grazie alla famiglia agnelli elkann
    Juventus società che rinnova a 10 milioni l’anno un allenatore come Allegri senza criterio grazie a Marotta
    Juventus società che paga 90 milioni un giocatore di 28anni come Higuain e fa megacontratti a giocatori di 29-30-33 e 35 anni grazie a Marotta.
    Juventus che col mercato riempie di soldi per stessa ammissione di Marotta Roma, Napoli, Udinese,Atalanta,Genoa per “aiutare il calcio italiano” secondo testuali parole di Marotta
    Juventus senza vera ambizione europea e senza soldi dall’azionista di maggioranza per colpa della famiglia agnelli elkann
    Juventus squadra con più assenze per infortuni muscolari d’Europa negli ultimi 10 anni tra i top club grazie a proprietà e dirigenza.

    leggi exorelkannout.blogspot.it la bibbia e la verità sulla gestione della Juventus!

  • valem

    Solo un blog di denuncia può salvare la Juventus vs la censura
    Il piano della proprietà casa agnelli elkann era fin dall’inizio quello di rendere la Juve un club di medio livello europeo (ossia, che non necessiti di forti investimenti iniziali per mettere in moto il volano economico, come invece hanno fatto quasi tutte le prime dieci a livello di fatturato negli ultimi 10 anni).Visto che sono incompetenti hanno messo una fila di incompetenti alla guida del club che va da cobollli/blanc/secco a marotta.
    Una società davvero AMBIZIOSA e competitiva non cede prima Coman e poi Pogba.

    approfondire su exorelkannout.blogspot.it

    Prima che arrivassero Elkann e A.Agnelli la Juventus aveva le stesse Champions e gli stessi ricavi del Barcellona che ha appena firmato una partnership che la vedrà introitare 155 milioni l’anno dallo sponsor Nike. Il Barcellona arriverà presto a 1 miliardo di euro di ricavi annui(col nuovo NouCamp), la Juve a stento arriverà a 400 milioni escluse le plusvalenze e sarà IMPOSSIBILE COMPETERE con il Barcellona,il Real,Atl.Madrid, il Bayern e i club inglesi. per la Champions, perchè lo Juventus stadium è LO STADIO PIU’ PICCOLO, MENO MODERNO E MENO REDDITIZIO D’EUROPA, tra i topclub.